Forse il miglior dio della settimana segnalato fino a questo momento.

SI CHIUDE I TESTICOLI CON UN LUCCHETTO PER ERRORE

Esagerare con gli alcolici può essere molto pericoloso. Un uomo la cui identità, per ovvi motivi, è stata mantenuta segreta, si è recato in un ospedale statunitense lamentando un piccolo problema ai testicoli. Di cosa si trattava? Niente di particolare, dopo essersi preso una sbronza di quelle che fanno perder conoscenza, l’uomo che se la spassava con il suo amico del cuore, si è risvegliato con un lucchetto chiuso attorno allo scroto. Sentendosi imbarazzato per quello che la gente avrebbe potuto dire, del resto andare in giro con un lucchetto tra le gambe non è proprio una cosa normalissima, l’uomo ha cercato di risolvere il problema da solo. Preso un seghetto per metallo e armato di coraggio ha cominciato la delicata operazione "nella speranza di liberare il compagno di mille avventure". A nulla i suoi sforzi sono comunque serviti, il lucchetto li stava e li è rimasto! L’unica cosa da fare, a questo punto, era recarsi in un pronto soccorso e chiedere l’aiuto dei medici. "In 13 anni – ha commentato il chirurgo chiamato ad intervenire – non avevo mai visto niente del genere". La sola cosa da fare era agire, subito, il lucchetto non poteva essere rimosso con un bisturi! Dall’ospedale, allora, i medici hanno chiamato uno specialista del settore, un fabbro. Questo, presa in mano la situazione, ha ridato la libertà al misterioso paziente che, così sostengono dall’ospedale, non ha subito alcuna ferita grave. Di certo il ricordo di questa esperienza gli servirà di lezione.

 

Ed ora, guardate questa immagine e chiedetevi quello che vi pare.

Se apprezzi questo articolo, condividilo con i tuoi amici!

    5 pensieri su “

    1. beh?! ok, s’è capito, questo s’è chiuso i maroni con un lucchetto. fico. e poi? vogliamo aggiornarlo o no questo cazzo di blog di tanto in tanto?! siete lentiiiiiiiiiiii!

      e comunque la signora della maria resta la numero uno, questo è un idiota, quella un genio!

      the fucKing.

    2. Le dimensioni del mio pene sono tali da usurpare buona parte del sangue destinato al cervello. Questa rarissima disfunzione denominata ‘superpenepatia’ non mi consente un apporto di plasma al cranio tale da poter aggiornare questo blog con continuità e tenacia. Certo della vostra comprensione per il mio piccolo (leggasi:GRANDE) trauma personale, porgo i miei saluti.

    3. ma ancora non li hanno tolti quei cazzo di lucchetti dal ponte? se non sbagli si parlava pure di un possibile danno arrecato alla struttura per l’eccessivo peso…

      Ho voglia di te, unfilm che oltre a rovinare le menti degli adolescenti rovine pure l’architettura

    Rispondi a utente anonimo Annulla risposta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.