In quel tempo, Giuda non sapeva bene che cazzo fare. Era uno sfigatello appassionato di heavy metal, con i capelli lunghi e la maglia dei Manowar, sempre in giro a bighellonare. Aveva fondato un suo gruppo, i Judas priest, ma la cosa non lo coinvolgeva più di tanto: “Con un nome così, non andremo da nessuna parte”, ripeteva spesso alla sua band.

In realtà il problema più grande era l’utilizzo della chitarra elettrica, più che altro perché la corrente elettrica ancora non c’era.

La formazione della band era la seguente:


Giuda “er metallo” Iscariota: Voce, chitarra ritmica;


Eugene “tua mamma ha il cazzo” Sbaraini: Chitarra solista, insulti alle madri altrui, cori;


Michael “Michaelmetal” Elms: Batteria, capello unto;


Magnum P.Aio: Basso, agente segreto.


Di fatto, per i motivi già citati, si sentiva soltanto la batteria. Va da sé che la parentesi musicale non durò molto. Peccato.

Giuda era un ragazzo molto curioso. Era uso dunque tempestare suo padre Simone di domande a trecentosessanta gradi, dal “perché le donne hanno le tette” al “come ha fatto Ibrahimovic a prendere il palo col Cesena, che gli danno un sacco di soldi solamente per centrare la porta, che tra l’altro è molto più grossa del palo stesso”.

Simone era un uomo paziente, come tutti i padri dei metallari, del resto, e rispondeva con calma, cose del tipo “gli serve per allattare e per altre cose che non ti posso spiegare”, oppure “perché Ibrahimovic è una sega clamorosa”.

Un giorno Giuda chiese al padre quale fosse l’origine del suo nome.

E Simone parve un po’ turbato.

– Figliolo, non… non è una cosa importante.

– Ma certo che lo è, babbo, io voglio sapere!!


– No, davvero, cioè… chettifrega? Sta cominciando Alvin Rock n’ roll, non lo guardi?

– Babbo, babbo, lo voglio sapere! Ti prego!

– Ok, senti. Ormai sei un ometto, è giusto che tu sappia la verità. Il nome "Judas" è la forma greca del nome comune Giuda, יהודה, Yehûdâh, in ebraico "lodato". Cosa significhi "Iscariota" non è chiaro. Una etimologia deriva "Iscariota" dall’ebraico איש־קריות, Κ–Qrîyôth, cioè "uomo di “Keriot", la città in Giudea.

– Ma io sono nato a Grumello del monte, papà, in provincia di Bergamo, me lo hai detto tu!

– E lo confermo, figliolo. Infatti questa opzione è da escludere. Nella seconda ipotesi, "Iscariota" sarebbe la traduzione dall’ebraico di Ekariot che significa “sicario”.*

– Babbo, mi stai forse dicendo che mi chiamo “Lodato Sicario”?

– Esatto, figliolo.

– Ma che cazzo di nome è?

– Hai ragione, fa schifo, ma non è colpa mia.

– Come non è colpa tua? Tu sei mio padre!

– In realtà hai anche il mio cognome. Il tuo nome completo è Lodato Sicario Mazzotti. Comunque, ora ti spiego tutto. Un giorno di qualche anno fa ero in capanna con tua madre ed è apparso un angelo.

Un angelo, papà?


– Si, un angelo, figliolo. Diceva di chiamarsi Gabriele. In sostanza mi disse che avremmo dovuto avere un figlio senza ciulàre.

– E tu che hai fatto, papà?

– L’ho aggredito con una mazza chiodata.

– E lui?

– E lui, mentre scappava, mi disse: “Se non accetti questa cosa, allora ciùla pure, ma diventerai padre del sicario”. E corse verso la capanna del falegname.

– E poi?

– Si è fermato un po’ a parlare col falegname ed è tornato verso di me con una motosega in mano e l’aria minacciosa.

– E tu che hai fatto, babbo?

– L’ho aspettato, e mentre provava senza successo ad accendere la motosega l’ho guardato dritto negli occhi e gli ho detto “non l’hanno ancora inventata, la benzina, pirla”.

E l’ho riempito di botte.

*L’etimologia del nome non me la sono inventata: è presa paro paro da Wikipedia, e precisamente da QUI.

Se apprezzi questo articolo, condividilo con i tuoi amici!

    4 pensieri su “

    1. poto…..lodato sicario mazzotti nato a grumello perchè la benzina non era ancora stata inventata????????????? uhahahahahahaa
       vha…ps :
      sto male fes! XD

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.