Beve un litro di vodka all’aeroporto per non lasciare la bottiglia al check-in

E’ quasi morto per intossicazione da alcool piuttosto che lasciare la bottiglia ai controlli di sicurezza all’aeroporto. Un uomo stava facendo un trasbordo all’aeroporto di Norimberga, durante un viaggio di ritorno da una vacanza in Egitto verso casa, Dresda, quando è stato fermato ai controlli di sicurezza a causa di una bottiglia di vodka. Infatti, le nuove procedure vietano di portare nel bagaglio a mano confezioni che contengano più di 0,10l di liquidi. All’uomo è stata proposta un’alternativa per imbarcarsi: gettare la bottiglia, lasciandola in aeroporto, o caricarla in stiva, pagando il biglietto per il bagaglio.

L’uomo non ha voluto sentire ragioni e, esasperato, ha scelto una terza alternativa: bersi tutta la bottiglia sul posto. Ma subito dopo essersi scolato la bottiglia di vodka l’uomo è crollato, finendo in coma etilico. Un dottore è prontamente intervenuto, e l’uomo è adesso ricoverato in ospedale, dove i medici contano di dimetterlo entro qualche giorno.

Mi rendo conto che pare davvero poco credibile, così aggiungo un video esemplificativo di un ragazzo che a suo tempo non è stato proclamato Dio della settimana (probabilmente è capitato in una settimana molto competitiva a livello di idiozia). Mi sembra doveroso però rendergli omaggio.

Se apprezzi questo articolo, condividilo con i tuoi amici!

    5 pensieri su “

    1. o porka, ma questa dovrebbe pure essere una ragazza… mi sento un astemio a confronto, anni e anni di allenamenti a suon di negroni sprecati, dohhh

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.