Appletini night: IV edition!!

appletini.it e le associazioni Il dito e la luna, Escondida e Icaro vola di notte presentano:

APPLETINI NIGHT IV EDITION: LA FESTA DELLE MEDIE
Sabato 23 Ottobre, dalle 22.00,
presso l’associazione Il dito e la luna, via Pianora 6/8, Coccaglio
(BS)

Torna l’appletini night, l’evento mondano più gettonato nei peggiori bar di Caracas! Stavolta verremo catapultati nell passato: vi ricordate le feste delle medie? Bene, noi ci mettiamo i bicchierini con il nome a pennarello, il panino con la fettina di salame, la spuma bionda. Voi metteteci la fantasia: jeans a vita improponibilmente alta, magliette degli 883, fascia per capelli dei nomadi, brufoli, pettinature improbabili. calzature oscene, e quant’altro.
Non importa di che generazione siate: vi vogliamo come eravate alle VOSTRE feste delle medie.
E poi dj set, birra, chupitos, mojito, pincanello, tutto in perfetto stile appletini night. E se fate i bravi, anche lo specialino di QuandoSiFaBuio!
Come sempre, ad ingresso completamente libero.
Il tutto a IMPATTO ZERO: il materiale utilizzato sarà completamente biodegradabile!
Insomma, SIAMO TORNATI!!

Via col conto alla rovescia, allora: -25 giorni all’appletini night "festa delle medie"!

Tra pochi giorni sarà online il sito appletininight.info, con tutte le informazioni necessarie a rispondere alle domande che si formeranno nelle vostre testoline. Nel frattempo, iscrivetevi all’evento su facebook, cliccando QUI.

Appletini night – Si può fare?

Cari lettori, amici, sostenitori, adepti di appletini.it, pochi giorni fa si è tenuto un incontro per verificare la possibilità di organizzare la prossima appletini night, l’evento che ha permesso al signor Zingarelli di modificare la voce "idiozia" sul suo famoso dizionario, inasprendola pesantemente.
Siccome appletini è la nostra e la vostra casa, e siccome l’appletini night è la nostra e la vostra festa, mi sembra giusto farvi sapere come è andata la già citata riunione così come l’ho comunicato agli altri membri dell’appletini team via mail.
Incollo dunque il testo della mail da me inviata, per conoscenza vostra.
Mi sembra doveroso.

A: linvidia,dontomhanx,mata,drago,il sarto,Lorenzo,Giovanni,Pèri

OGGETTO: Appletini night – si può fare?

Care le mie teste di cazzo (è sempre incommensurabilmente bello insultarvi senza motivazioni valide, se non il fatto stesso che siete delle teste di cazzo, il che di per sé è in effetti una motivazione valida, ragionevole, direi; in fin dei conti, vi dò delle teste di cazzo perché siete delle teste di cazzo. Certo, se qualcuno di voi rompicoglioni mi chiedesse del perché io vi ritenga teste di cazzo, o perché il mondo dovrebbe ritenervi tali, vagliando così l’ipotesi che lo ritenga soltanto io, mi troverei nella condizione di dovervi rispondere con una serie di esempi pratici atti a giustificare la mia affermazione. Nel frattempo però mi sono sbilanciato chiamandovi anche "rompicoglioni": tendenzialmente, essere rompicoglioni comporta l’incidere significativamente sul sistema nervoso del sottoscritto, negativamente s’intende, cosa che voi fate senza dubbio alcuno e con una solerzia che potrebbe avere dell’invidiabile, se stessimo parlando di quanto solerte possa essere una persona, ma siccome non stiamo parlando di quanto un individuo possa essere solerte, e in che cosa, non resta che concludere che se voi foste semplicemente dei coglioni, potreste quantomeno approfittarne facendo accoppiata col fatto già ampiamente dimostrato di essere voi delle teste di cazzo, e ricavarne quantomeno un organo riproduttivo quasi completo, nel senso che presi singolarmente siete un coglione solo. Da ciò evinciamo che lo schema possa essere il seguente: coglione+testa di cazzo= pene monotesticolo, che non è il massimo, però è già qualcosa. Sarebbe molto carino se in questo caso voialtri utilizzaste per scrivere, nella vita di tutti i giorni, delle penne UNIBALL: le battute di bassa lega si sprecherebbero, ma sarebbero comunque divertenti, soprattutto perché le vittime sareste voi. Ma essendo voi contemporaneamente teste di cazzo e, sia chiaro, non coglioni, ma ROMPIcoglioni, va da sè che non possiate utilizzare il già citato testicolo, perché è palese che lo ritrovereste irrimediabilmente rotto. Da voi stessi, peraltro. E chi è causa del suo mal, pianga sé stesso, cari i miei signori. Lo schema diventa dunque il seguente: testa di cazzo+coglione rotto= pene senza testicoli, che è un po’ come giocare a golf solo con la mazza), l’appletini night si farà!!

I dettagli ve li fornisco appena ci si vede, banda di cialtroni!


p.s: Lorenzo e Giovanni non erano inclusi nel discorso messo tra parentesi. E nemmeno Pèri.

      Anzi, Pèri in effetti si.

L’inutilità della puntualità

Sta già crescendo l’ansia da appletini night. Cresce a tal punto che ci siamo presentati con una settimana di anticipo alla riunione organizzativa.
Che ci volete fare, capita a tutti. Come i tizi che si sono presentati una settimana in anticipo al nostro toga party, facendo irruzione ad una festa privata. In toga.
Per fortuna ieri c’era della grappa, ed anche senza riunione la serata non è andata sprecata.
Come ben sapete, noi di appletini.it non ci accontentiamo di essere degli idioti, abbiamo anche necessità di agghindarci come tali. Quindi anche la prossima appletini night sarà in maschera: dopo carnevale e il toga party, accettiamo consigli sul tema della prossima, imminente festa.
E non lo si dice tanto per dire: spremetevi le meningi, cliccate sul tastino con scritto "commenti" e suggerite.
Accettiamo qualunque tipo di suggerimento: noi di appletini.it non siamo a favore delle regole, tipo ‘sto volatile.

6376_122455633874_834658874_2275679_404381_n

E siamo alternativi, tipo ‘sto zaino.

3af8cdc1-9114-4b69-a04d-ce8a8c17eca2

Quindi, non esitate: abbiamo bisogno di voi (e anche alla svelta!!)

Toga party: grazie a tutti!

Archiviata pure la terza edizione dell’appletini night (in toga, questa volta), è già tempo di bilanci ma, viceversa, non è ancora tempo di pensare al prossimo futuro.

Già ,perché noi non siamo come quei calciatori che appena finito di alzare la coppa dichiarano di pensare già “alla partita di dopodomani” piuttosto che “a fare bene l’anno prossimo”, o anche “a morire senza soffrire, tra quarant’anni”.

Noi ce la godiamo.

Ce la godiamo perché le foto di rito effettuate all’ingresso dal nostro team di accoglienza (quel tizio fluorescente e quello che sicuramente vi avrà rotto i maròni per fare la foto di benvenuto) attestano un’affluenza di circa 130 persone, più quelle che sono arrivate tardi e non hanno fatto la foto, che non sappiamo quante siano, (perché il nostro team di accoglienza beve come una squadra di rugbisti, e dopo una certa ora non ce la fa più).

Ce la godiamo e ringraziamo. Ringraziamo voi perché eravate in tanti, ringraziamo Dio (o Buddha, o Silvester Stallone, insomma, chiunque sia stato) perché non è morto nessuno (anche se qualche piccolo infortunio c’è stato, e il nostro diggei ha avuto un piccolo incidente automobilistico praticamente davanti a casa sua).

Vi ringraziamo sentitamente perché, vedendovi (e vedendoci) camminare in toga, sembrava di essere ad un raduno di gente che pratica costantemente e prepotentemente il sesso anale.

Grasse risate.

Vi ringraziamo moltissimo per aver bevuto come delle spugne ed averci così permesso, per la prima volta nella storia dell’appletini night, di non smenarci nemmeno un euro.

Vi ringraziamo anche perché c’è gente che, arrivando allo spaccio dei tessuti per comprare la toga, si è sentita dire “sei qui per il toga party?questa, quella e quell’altra stoffa son già state prese da altri: ti faccio vedere cosa mi è rimasto”.

Tra l’altro, abbiamo intenzione di farci offrire una cena dal tizio dei tessuti.

Ringraziamo, in ordine sparso, l’associazione il dito e la luna (per motivi non dipendenti dalla nostra volontà non potremo più riproporre una festa del genere da voi), la SIAE per averci leccato 207€ di diritti d’autore (“così Laura Pausini potrà finalmente comprarsi quei lacci delle scarpe che le piacciono tanto”, citando il nostro caro Dontomhanx), e soprattutto vogliamo ringraziare di cuore, davvero di cuore, i quattro tizi che hanno sbagliato data e si sono presentati sul monte una settimana in anticipo, facendo un trionfale ingresso ad una festa privata ed anche molto fighetta. In toga.

Permettemi di ringraziarCI, perché sarebbe bello che qualche persona in più avesse voglia di sbattersi un pochino per organizzare feste del genere.

Noi già lo facciamo.

Per metterla sul filosofico (o pseudo tale), noi esistiamo perché esistete voi. Continuate a seguire questo blog (abbiamo bisogno di voi: se nessuno legge appletini.it, nessuno lo terrà aggiornato. Se nessuno lo terrà aggiornato, appletini non avrà motivo di esistere. Se appletini non avrà motivo di esistere non faremo altre feste, e ci toccherà ubriacarci in uno squallido locale della bassa, tristi e senza toga)

Insomma, non lasciateci soli, continuate a seguirci e aspettateci: torneremo.

Quando meno ve l’aspettate.

Tipo Nightmare.

Oppure tipo IT.

O il tizio di scream.

O il pollo gigante dei Griffin.


A presto e…

TOGA!TOGA!TOGA!

 

p.s: Un ringraziamento ed un plauso a tutti coloro che, a scapito della propria salute e rischiando la vita, si sono avventurati nella degustazione (se così si può definire) dello "specialino" di QuandoSiFaBuio. Non avrei mai pensato di finirlo in mezz’ora. Lo brevetterò a breve.)

 

toga




Appletini Night Carnival Party: grazie!!



Carissimi amici/accaniti lettori/simpatizzanti/partecipanti al party di carnevale,

conclusasi la seconda edizione dell ‘Appletini night (anche quest’anno all’insegna del “oh, raga, io non capisco più un cazzo!!) è tempo di bilanci.

Cominciamo dal numero dei partecipanti. Solita guerra di cifre tra gli organizzatori e le forze dell’ordine: quasi centosettanta in tutta la serata per gli organizzatori (fa fede il cartellino assegnato all’ingresso ad ogni nuovo arrivato); solamente tre, invece (più un gatto che è stato segnalato alle autorità), per la polizia.

Il premio per il miglior costume non è stato assegnato per cause di forza maggiore: lo spoglio delle schede è stato effettuato da “Chef”, (vedi i post precedenti), che poco dopo aver dichiarato un presunto vincitore si è perso nella boscaglia del monte orfano per più di due ore, ed è stato ritrovato (in ipotermia) solo grazie ad una serie di bestemmie che sono state udite da chi si stava tranquillamente fumando una sigaretta sul terrazzo della festa, mentre lui tentava di arrampicarsi a mani nude manco facesse la pubblicità del Sector, tipo Manolo. Fonti accreditate ci hanno segnalato che potrebbe essere stato rapito temporaneamente dagli alieni,  mentre altri  ipotizzano che si sia spinto fino al confine Ucraino. Alcuni particolarmente fantasiosi sostengono di averlo visto inerpicarsi tra le rocce del monte Fato in compagnia di Gollum.

Lui, di suo, non ricorda quasi un cazzo.

La diagnosi iniziale, al ritrovamento, è stata di “morte da congelamento”: proprio quando stava per essere venduto a tranci in un supermarket rionale (come nella migliore tradizione Fantozziana) è però riuscito ad alzare il dito medio di entrambe le mani in segno di protesta, salvandosi.

La bottiglia di limoncello in palio al vincitore del concorso, preparata artigianalmente con tanto amore da me medesimo, è stata quindi democraticamente spartita tra chiunque volesse entrarne temporaneamente in possesso, con un successo clamoroso: quattro intestini bucati, un rene andato e due coma etilici.

Un aspirante Picasso ha vagamente imbrattato un muro con del vino rosso, il che ci ha permesso di utilizzare l’esiguo ricavato della festa per rifondere l’associazione dei danni subiti.

Grazie, Pablo. Appletini tiene particolarmente al sostenere l’arte.

Eravate tutti bellissimi, davvero. Mi sento di segnalare tra tutti l’arbre magique (per me sei il vincitore morale: gloria a te!) e non ne elenco altri solamente per non fare torto a nessuno.

Posso aggiungere che le mie ultime notti sono state costellate di incubi sulla bagnina di Baywatch.

Che altro?

Ah, già: abbiamo terminato trecentosessanta birre, sette litri e mezzo di rum, tre litri di vino rosso, quindici litri di cocktail di benvenuto. Vi abbiamo regalato circa cento spillette di appletini.it. Avete ballato come dei dannati e il dj è molto soddisfatto, così come voi lo siete stati di lui.

Il giorno dopo sembrava che nella stanza fossero passati gli Unni.

Ecco, già che ci siamo, una domanda: il giorno dopo mi sono svegliato con un taglio sul cranio… qualcuno ha idea di come diavolo abbia fatto?



Questo blog ieri ha ricevuto più di 130 visite: grazie a tutti. Abbiamo bisogno di voi!!




Concludo con l’immagine e lo slogan della nuova campagna pubblicitaria di appletini.it :

 

NON ABBANDONARMI

20268_1337872656869_1532701337_30850761_928184_n