Generazione Y

Mio malgrado ho assistito a questa conversazione tra due ragazze presumibilmente sedicenni e una persona che lavora ad uno sportello di informazioni. Sono anche intervenuto su richiesta d’aiuto dell’operatore. Nel dialogo che seguirà, non starò a precisare quando la frase appartiene a me e quando a lui.
In quel momento, eravamo una squadra.

(Le tizie presumibilmente sedicenni entrano e l’operatore le fa accomodare)

– Ciao!

– Ciao, ditemi pure…

– Noi vorremmo entrare nel mondo dello spettacolo.

– Prego?

– Vorremmo entrare nel mondo dello spettacolo. Vorremmo informazioni su come fare.

– Ah. Beh, immagino sia necessario partecipare a dei casting. A dir la verità non sono molto informato in merito, nessuno mi aveva mai chiesto nulla a riguardo…

– Ah. No, perché la nostra prof ci ha detto di chiedere qui…

– La vostra prof.

– Già.

– Voi avete chiesto alla vostra prof come entrare nel mondo dello spettacolo.

– Si.

– E lei vi ha mandate qui.

– Si.

– Giusto una domanda… mi state per caso pigliando per il culo?

– No, no. Per niente.

– Mh. Purtroppo lo immaginavo. Beh, come vi dicevo, tendenzialmente bisogna partecipare a dei casting. Di cosa vi vorreste occupare?

– Vorremmo entrare nel mondo dello spettacolo.

– Si, ok, però… cioè, cinema, televisione, teatro, musica… che tipo di formazione avete?

– Che tipo di… cosa?

– Che tipo di formazione. Sapete… 4-4-2, difesa a zona, queste cose qua…

– Eeeh?

– Ok, ok. Vedo che l’ironia non è il vostro forte. Nemmeno.
  Intendevo… n cosa siete capaci? avete studiato recitazione?canto?danza?qualcosa?

– Facciamo la scuola per parrucchiere.

– Ah… beh, quindi pensavate di proporvi come acconciatrici nei teatri, o in tv?

– No,no. Noi vorremmo entrare nel mondo dello spettacolo.

– Beh, allora dovreste trovare dei casting, presentarvi, portare un curriculum…

– Ma dove si fanno ‘sti casting?

– Beh, dipende… certamente molti sono a Milano.

– L’importante è che non siano troppo lontani, perché pota… me sò de Proài!!
  (trad: perché pota, io sono di Provaglio (D’Iseo, comune nel bresciano, ndr))

– Ecco, ehm… magari prima potreste provare a  fare un corso di dizione.

– Eh?

– Beh, un corso di dizione, uno di recitazione… insomma, studiare.

– Perché, bisogna anche studiare?Noi vogliamo solo entrare nel mondo dello spettacolo!!

– Beh, si, però bisognerebbe avere un minimo di preparazione. Con i tempi che corrono nemmeno molta, direi, se non avete pretesa di fare cose di un certo livello. E non mi pare il vostro caso.

– Mah… noi vorremmo entrare nel mondo dello spettacolo.

– Se lo dite ancora una volta giuro che mi metto a urlare.

– Eh?

– Dicevo che non credo di potervi aiutare.

– Ah, ok. Grazie lo stesso.

(Le ragazze si alzano e si incamminano verso l’uscita)

– Ah, ragazze, scusate… ancora una cosa.

– Dimmi.

– Potreste dire alla vostra prof, quando ha tempo, di passare di qua a fare un giro? Vorrei dirle due cosette…

– Certo! Grazie ancora… a presto!!

Ma anche no.

Se apprezzi questo articolo, condividilo con i tuoi amici!

    4 pensieri su “Generazione Y

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.