God of the week

Il trend del momento è quello di utilizzare la propria lapide per esprimere dissensi vari: il God of the week della scorsa settimana sentenziava "dispiace solamente andarsene prima del Berlusca". Quello odierno, invece…

"Vita sessuale sofferta": l'accusa di un 83enne sulla sua lapide


Provare astio nei confronti della compagna di tutta una vita, anche dopo la sua morte, è possibile? Per un uomo 83enne della provincia di Padova, pare proprio di si.
L'uomo, ancora in salute, ha messo già le mani avanti e ha deciso di realizzare in anticipo la sua lapide, incidendovi sopra di essa anche una sonora accusa proprio nei confronti della moglie defunta, scomparsa nell'aprile del 2008, nei confronti della quale dice: vita sessuale sofferta, non perdono Flavia, Ceneri sue no qui.
La lapide, sembra essere già pronta, con tanto di foto, data di nascita ma data di morte ovviamente ancora da riempire. Al suo posto, la frase"Attendo o decido io". La lapide è stata già sistemata in un loculo della tomba di famiglia, in attesa della sepoltura a data da destinarsi.
Se apprezzi questo articolo, condividilo con i tuoi amici!

    4 pensieri su “God of the week

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.