God of the week

Quando i genitori sanno essere Gods of the week!

I genitori vanno a Lourdes, candidato sconfitto per due voti

Padre e madre del potenziale vice sindaco leghista di Acquanegra erano in Francia in pellegrinaggio e non hanno potuto votare alle amministrative. La Lega ha perso per due schede.

 ACQUANEGRA. Un viaggio programmato in una località che per i cattolici è meta di pellegrinaggio. Fascino e suggestione. I genitori di Massimo Pettenati, candidato leghista di Acquanegra, non hanno votato né domenica né lunedì. Erano in Francia. E la Lega, che candidava a sindaco Monica De Pieri, ha perso per due schede. Come a dire che forse Pettenati, che in caso di vittoria lumbard sarebbe diventato vicesindaco, si sta mangiando le mani.

La giornata di ieri per i leghisti è stata all'insegna delle recriminazioni. Del resto, una sconfitta di strettissima misura non può che bruciare. Se la madre e il padre di Pettenati non fossero partiti, probabilmente i cittadini di Acquanegra sarebbero dovuti tornare alle urne. La probabilità di andare al ballottaggio nei comuni fino a 15mila abitanti è bassissima. Eppure ad Acquanegra, se non ci si fosse messa Lourdes, sarebbe stato scontro diretto Minuti-De Pieri. I padanissimi intanto, strane coincidenze a parte, hanno fatto ricorso al Tar di Brescia perché a loro dire le operazioni di spoglio non sono state trasparenti.

Intanto Erminio Minuti spiega di essere già al lavoro. «Continuiamo a festeggiare per la vittoria – dice il primo cittadino – ma pensiamo già al futuro. Entro giovedì prossimo decideremo la squadra di governo, che avrà tre assessori. Il primo consiglio comunale dovrebbe svolgersi il 27 maggio». E sugli strani incroci del destino come la pensa il neo primo cittadino? «Cose che capitano. Da quel che so anche i genitori di un militante leghista, che però non era in lista, sono partiti per Barcellona e non hanno potuto votare…».

Se apprezzi questo articolo, condividilo con i tuoi amici!

    Un pensiero su “God of the week

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.