La vita è comunicazione

 

Tra le frasi delle quali il genere umano abusa una delle più gettonate è “non capirò mai le donne” (detto dagli uomini) o “non capirò mai gli uomini” (detto dalle donne). Esistono anche situazioni in cui degli uomini esclamano “non capirò mai gli uomini”, ed è il caso, come suggerivo nel post precedente, di coloro i quali utilizzano come entrata qualcosa che in realtà era stata ideata solamente come uscita. Poco male, comunque: ribadendo che ognuno può farne l’utilizzo che preferisce, proseguo nel discorso. In realtà, una verità in queste frasi c’è. E non indifferente. Risulta infatti difficile che gli uomini possano comprendere perfettamente la delicatezza, la sensibilità e l’attitudine al se-non-esiste-un-problema-me-lo-devo-inventare  tipiche del mondo femminile. E’ altrettanto difficile, da parte delle donne, capire la rozzezza, la spavalderia e l’attitudine al prima-scopare-poi-parlare tipicamente maschili. Anche perché in realtà la voglia di parlare non c’è nemmeno dopo. 

Non è solamente una questione di differenze, però: spesso è soprattutto difficoltà di comunicazione. Non mi permetterò certo di dare consigli agli uomini su come penetrare nel magico mondo femminile (no, non è il tipo di metafora che state pensando voi): io ne so quanto gli altri.                                                         Suggerirei però alle signorine che seguono questo blog (nessuna, presumo,ed è un bene per loro: anzi, dovreste evitarlo tutti) un piccolo prontuario utile ad esplorare il mondo maschile. Di seguito indicherò una serie di frasi piuttosto usuali negli interscambi quotidiani uomo-donna: proporrò la frase pronunciata dall’uomo, e come interpretarla.

01: Mi daresti il tuo numero?

Trad: Fammi capire se c’è una minima possibilità che tu me la dia.

02: Stasera sto a casa, purtroppo non mi sento molto bene.

Trad: Ho i quarti di finale del torneo di Pro Evolution.

03: E’ una che conosco.

Trad: Me la sono scopata, ma non lo rifarò.

03: E’ una mia amica.

Trad: Me la sono scopata più volte e potrei rifarlo.

05: E’ una mia grande amica.

Trad: E’ un puttanone.

06: E’ mia sorella.

Trad:Vorrei scoparmela, ma non posso.

07: Bevi qualcosa?

Trad:Ingoi?

08: Ne parliamo dopo, amore. Adesso vieni qui, lasciati abbracciare.

Trad: Voglio vedere come farai a parlare con la bocca piena.

09: Mi sento soffocato.

Trad: Hai rotto i coglioni.

10: Tua mamma è molto simpatica.

Trad: Se lei ci sta, me la trombo.

11: Credo che nel nostro rapporto sia necessaria una svolta.

Trad: Quando me lo dai il culo?

 

 

(una piccola annotazione: ho ovviamente generalizzato. Ci sono sempre delle eccezioni (rare) a questo modello. Tipo me.)

Se apprezzi questo articolo, condividilo con i tuoi amici!

    5 pensieri su “La vita è comunicazione

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.