Sono sconvolto dall’outing di Tiziano Ferro

Sono completamente sconvolto dall' outing di Tiziano Ferro.
"Sono gay, ho voglia di innamorarmi di un uomo", confessa in un'intervista a Vanity fair, il famoso periodico, che se fosse anche un po' più periodico, tipo se uscisse una volta ogni venti- ventuno anni, non sarebbe neanche tanto male.

Completamente sconvolto, dicevo. Voglio dire, passi che la benzina costa un occhio della testa e, nonostante le nostre auto possano andare pure ad elettricità, olio di colza, olio di canapa, aria compressa, e mille altre alternative nauturali (probabilmente funzionano anche a Zigulì, ma l'industria del petrolio ci impedisce di saperlo), continuiamo a pagare cifre improponibili per spostarci, per lo più inquinando. Passi il fatto che ne siamo costretti, perché tu, nel serbatoio della tua automobile che hai pagato fior di soldi e che ti ha fatto accendere un mutuo che nemmeno in una fabbrica di esplosivi, mica ci puoi mettere quello che ti pare. Perché nel caso tu inserisca nel suddetto serbatoio, ad esempio, dell'olio di colza, nel caso un omino in divisa ti fermi, e nel caso questo se ne accorga in qualche modo, sei pure passibile di denuncia. Poi vai a spiegarglielo tu che in realtà l'olio nel serbatoio lo tieni per friggerti due patatine in pausa pranzo, o cose del genere.
Sono sconvolto dall' outing di Tiziano Ferro, dicevo.
Passi il fatto che siamo un paese sempre più ignorante, che hanno tagliato talmente tanto all'istruzione che nel taglio ci sono finiti pure i banchi delle scuole (che se li tagliamo a metà, raddoppiamo i posti), e pure le sedie, che sedersi con una chiappa sospesa nel vuoto e con l'obbligo di tenersi in equilibrio su due sole gambe aiuta a non addormentarsi e stimola la circolazione periferica.
Nel frattempo, con i soldi che non ci sono per la scuola, hanno comprato non so quanti aerei da combattimento. Interi, mica a metà.
Ma io sono sconvolto dall' outing di Tiziano Ferro.
Non importa se qui ci si incasella tutti a vicenda, tu che hai il capello lungo al vento e quindi sei di sinistra e quindi sei comunista amico dei negri centro sociale guccini pseudointellettuale del cazzo e tu che invece sei tutto vestito bene sei sicuramente di destra e quindi fascista nazista mussolini ignorante.
Alla fine, sia chiaro, moriremo tutti, perché a tutti tocca. Ed io, di rovinarmi l'unica esistenza che ho con 'ste minchiate, mica ne ho voglia. Quella è roba vostra.
E poi sono sconvolto dall'outing di Tiziano Ferro, dicevo.
Perché io, che sono uno molto fortunato, già me la vedo, la scena.
Corro a settanta kilometri orari dove c'è il limite di cinquanta. Ho fretta, tanto per cambiare sono in ritardo. Non do una precedenza e un tizio mi manda affanculo, e anche se non ho i capelli al vento (e non li ho, nemmeno in generale) mi grida comunista amico dei negri centro sociale pseudointellettuale del cazzo, perché tra i criteri per valutare queste cose, al giorno d'oggi, c'è anche il livello di pulizia dell'auto. E la mia è sporca.
Imbocco la strada principale e, ovviamente, c'è un posto di blocco.
Inutile specificare che vengo fermato immediatamente.

– Andiamo di fretta, eh? Patente e libretto, prego.

– Ehm, si, vede, sto lavorando, sono un po' in ritardo…

– Bene, bene, signor QuandoSiFaBuio. Eccesso di velocità, pneumatici usurati… bene, bene.

– No, la prego, agente… agente?

– Agente Ferro. Tiziano Ferro.

– Tiziano Ferro? il cantante?

– Ora faccio il carabiniere. Dopo l'outing è andato tutto a rotoli.

– A, capisco, mi dispiace molto…

– Certo, certo. Ma.. e questo odore cos'è?

– Qu… quale odore?

– L'odore che viene dal serbatoio! non sarà… non sarà olio di colza?

– Ehm… no, no, si figuri, io sono assolutamente d'accordo col fatto che nel serbatoio della mia auto non possa metterci il cazzo che mi pare.

– Apra il serbatoio, per cortesia.

– Ma…

– Apra il serbatoio!

– Ok, ok… no, ma davvero, è tutto a posto, sono uno regolare io, sono, sono solo un po' agitato, ora, ecco vede, non riesco a infilare la chiave nel tappo del serbatoio, ah, no ecco, ecco, ce l'ho fatta, ora le faccio vedere che è tutt… PORCA TROIA!

– Che succede, signor QuandoSiFaBuio?

– Ecco, ehm… niente, mi è… mi è caduto il tappo del serbatoio per terra, ora… ora mi chino e lo raccolgo, agente Ferro.

– PERFETTO.

Sono sconvolto dall'outing di Tiziano Ferro.

 

(-18 giorni all'appletini night "Festa delle medie"!!)

Se apprezzi questo articolo, condividilo con i tuoi amici!

    6 pensieri su “Sono sconvolto dall’outing di Tiziano Ferro

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.